MARIA GRAZIA GAROFOLI – Coreografa Ballerina | Parodie
Coreografie, Recensioni, Interviste, Bibliografia, Raccolta Fotografica dell'Artista Maria Grazia Garofoli.
maria grazia garofoli, coreografa, ballerina, Coreografie, Recensioni, Interviste, Bibliografia, danza, danze, ballo, balli, teatro, teatri, Accademia Nazionale di Danza, danzatrice , danzatrice classica, balletti, repertorio ottocentesco, Giselle, La Silfide, Coppelia, Paquita, La bella addormentata, Il lago dei cigni, Cenerentola, Chopiniana, Pas de quatre, Romeo Giulietta, Carmen, Fedra, Francesca da Rimini, Apollon Musagete, Il mandarino meraviglioso, Concerto barocco, Morte a Venezia, Cyril Atanasoff, Rudolph Nureyev, Dan Moisev, Rudy Brians, prima ballerina, étoile, étoiles, La Fenice Venezia, coreografo, Eugeny Poliakov, premio, stampa, Tersicore d'argento, Accademia Medicea di Firenze, Venezia, Bologna, spettacolo, spettacoli, laboratorio teatrale del D.A.M.S., Ludus Danieli, cerimoniali, Leggenda del Golem, Basilica di S. Petronio, La Sorbonne e l'Espace Cardin, Teatro Opera Praga, direttore del ballo, Fondazione Arena di Verona, classica, messinscena,La tempesta di Fabrizio Monteverde, I due gentiluomini di Verona, Stefano Giannetti, Le bourgeois di Ben van Cauwenberg, canzone, Jacques Brel, Idylle di Sallie Wilson, Le spectre de la rose, Mikhail Fokine, Ciajkovskij pas de deux, George Balanchine, Jardin aux lilas, Antony Tudor, Francesca da Rimini, Evgenij Poliakov, In the middle somewhat elevated, William Forsythe, Voyage, Renato Zanella, stagione invernale, gala, Stelle di oggi, Stelle di domani, Gala d'Autunno, Vladimir Malakhov, Roberto Bolle, Darcey Bussel, Royal Ballet, Gillian Murphy, ABT, American Ballet Theatre, José Manuel Carreño, Ambra Vallo, Birmingham Royal Ballet, Ygor Yebra, Greta Hodgkinson, Barbora Koukova, Marie Lindqvist, Irina Dvorovenko, Zenaida Yanowsky, Elena Pankova, Dragos Mihalcea, Irene Veterova, Maxim Belotserkovsky, Cynthia Sheppard, Gregor Hatala, Verona,
4257
page,page-id-4257,page-template-default,ajax_updown_fade,page_not_loaded,

Parodie

Parodie

wasa

WASA, 1994
Non tutti conoscono la leggerezza
Subito salta all’occhio, quasi più della mole della nostra “ballerina”, l’accozzaglia di colori che ha addosso: i tre fondamentali, ovvero cyan, magenta e giallo per i grafici, blu, rosso e giallo per i teorici del colore. Siamo dunque agli antipodi del tutù bianco e l’effetto è lo stesso di un abito lungo da sposa spiritosamente blu e rosso in alto e giallo in basso. La didascalia dice: “Da oggi scegli un’alimentazione equilibrata. E metti in tavola Wasa Original: dalla segale le fette ricche di fibre per darti un gusto naturalmente leggero. Non tutti le conoscono. E si vede”. A dire il vero una certa musicalità, potremmo persino osare una certa “leggerezza”, la nostra “ballerina” ce l’ha. E dà l’impressione di potersi muovere con la stessa leggiadria di Ollio quando balla con Stanlio. A dispetto della mole, di leggerezza la nostra “cicciona” sotto sotto ne ha da vendere.

aermec

AERMEC, 1999
Il climatizzatore fa miracoli
“Cos’è – dice la scritta sotto – la leggiadria se non una sensazione che sgorga dall’animo? E le sensazioni più belle non sgorgano forse da un animo che vive nel clima migliore?”. E il motto, a mo’ di aria che viene fuori dal climatizzatore, è “Migliore il clima, migliori voi”. Dunque Aermec, il “clima che tutto il mondo ci invidia”, fa miracoli. Al punto che la tipa ciccia può starsene impeccabilmente in punta. E se il port de bras è molto poco cecchettiano, glielo perdoniamo davanti a tanta bravura sulle gambe.